Messina, all’Università protocollo ‘intesa tra gli Atenei Euro-Mediterranei

uni.jpg
Il convegno, organizzato dall’Università di Messina nell’ambito dell’inaugurazione dell’anno accademico è ambizioso e ricco di spunti interessanti: “La rete delle istituzioni di alta formazione e ricerca nell’area mediterranea e la cooperazione internazionale”.

Il parterre dei protagonisti nell’Aula Magna dell’Ateneo messinese, dove il Rettore Tomasello ha fatto gli onori di casa, è stato di livello assoluto. I massimi rappresentanti delle università di Cipro, Congo, Egitto, Giordania, Tripoli, Marocco, Turchia, Spagna, Russia, Ucraina, Stati Uniti, nonchè i rappresentanti diplomatici del Patriarcato del Marocco, Egitto, Costa d’Avorio, Algeria hanno arricchito con la loro presenza l’evento che ha vissuto il suo momento clou con la firma del protocollo d’intenti tra oltre 20 Rettori di Atenei euromediterranei.

Il protocollo vuole favorire la mobilità di docenti, ricercatori, assegnisti di ricerca, dottorandi di ricerca, specializzandi per lo svolgimento di seminari, cicli, lezioni, convegni, conferenze, ricerche comuni, attività di studio e ricerca, organizzazione di corsi di studio con finalità di perfezionamento scientifico e di alta formazione nelle aree disciplinari di interesse comune, con particolare riferimento alla promozione del dialogo interreligioso.