Grazie alle cure degli esperti Messinesi, tornano in libertà 6 rapaci feriti

migrazione-rapaci-messina_01.jpg
Sono stati liberati sui monti del Parco dei Nebrodi sei rapaci, cinque poiane e un gheppio, ritrovati feriti nei mesi scorsi e curati nel Centro recupero fauna selvatica Stretto di Messina dell’Azienda regionale delle foreste demaniali.

Gli uccelli si sono involati a Portella Gazzana nel territorio di Longi (Messina), un’ampia area aperta contornata alte pareti rocciose ai margini di un bosco, scelta tenendo conto delle esigenze specifiche di questi animali.

“La liberazione organizzata con una manifestazione pubblica – ha detto il commissario straordinario del Parco dei Nebrodi Antonino Ferroha voluto esprimere anche un momento di sensibilizzazione ambientale poiche’ ogni animale che nel Parco ritrova la liberta’ rappresenta una valore aggiunto per l’intera area protetta”.