Definite le procedure per la riqualificazione dei fondi urbani

1248950511.jpg
E’ scongiurato il rischio di disimpegno per i fondi del “contratto di quartiere” destinati alla riqualificazione urbana dell’area “Tirone” del Centro Storico di Messina. Sono state infatti definite le procedure e gli adempimenti da completare entro i 180 giorni stabiliti dalla legge per l’attivazione dei fondi proventi dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti nell’ambito del “contratto di quartiere 2”. Il rispetto dei tempi per la produzione della necessaria documentazione e la successiva consegna dei progetti di riqualificazione permettera’ l’attuazione dell’accordo di programma sottoscritto nel 2005 ed attuato attraverso la societa’ di riqualificazione urbana “Il Tirone”.

Messina non poteva permettersi di perdere questi fondi essenziali alla riqualificazione di una parte importante del suo centro storico – ha commentato l’assessore Beninati – per questo mi sono subito attivato allo scopo di rimuovere ogni possibile ritardo, ostacolo burocratico o organizzativo, garantendo un dialogo diretto fra tutti i soggetti interessati agli interventi. Si e’ avviato un proficuo dialogo che permette ai soggetti attuatori ed ai rappresentanti della citta’ di Messina di poter contare sui un a interlocuzione diretta con gli uffici dell’assessorato che, per parte loro, vigileranno sul rapido e corretto svolgimento di tutte le procedure tecniche, burocratiche ed amministrative”