Rinvenute cinque preziose anfore nei fondali di Filicudi

http://farm3.static.flickr.com/2221/2214090847_d6fc043705.jpg?v=0
Immaginare il magico scenario delle Isole Eolie immerso nel suggestivo mondo dell’antica Roma, o della Magna Grecia non è più utopia dopo i numerosissimi ritrovamenti che negli ultimi anni si stanno susseguendo intorno alle isole del Messinese, con risultati prodigiosi.

L’ultimo è di pochissimi giorni fa, quando i sommozzatori dei Carabinieri, con la collaborazione dei militari dell’Arma, hanno recuperato nei fondali intorno a Filicudi cinque anfore risalenti addirittura al 1.800 – 2.300 a.C., in prossimità dell’itinerario archeologico di Capo Graziano!

I reperti, antichissimi e quindi notevolmente preziosi, sono stati consegnati al presidente del consiglio circoscrizionale Giovanni Rando: il timore è che le anfore potessero essere trafugate, com’è accaduto più volte nei fondali di Filicudi spesso messi a soqquadro e letteralmente saccheggiato da veri e propro sciacalli del mare.