18 anni dopo la strage di Capaci la Città e tutta la Regione ricorda Giovanni Falcone

falconegiovanni.jpgUn omaggio in chiave di favola a Falcone e Borsellino attraverso un cartone animato. Nove piazze siciliane sono state collegate in diretta, stasera, con il teatro Politeama di Palermo, per assistere in anteprima mondiale alla visione del cartoon ”Giovanni, Paolo e il mistero dei pupi” di 26 minuti di durata coprodotto dalla Regione, dalla Rai e dal laboratorio Larcadarte. E’ una storia ambientata nella Palermo anni ’50, quando i due magistrati assassinati dalla mafia erano adolescenti e gia’ amici. Il soggetto del filmato narra che i due si ritrovano con l’aiuto di altri compagni a difendere dal male oscuro la loro citta’ e i suoi abitanti, diventati cinici e violenti per colpa del Mago Nivuru, che ha tolto loro l’anima trasformandoli in ”pupi” in legno da potere manovrare. Una metafora delicata e una storia avvincente – di fantasia ma ben radicata nei valori di dignita’ e di coraggio – che affronta il tema della mafia senza trascurare temi come l’omerta’ e il bullismo. Alla fine la solidarieta’ e l’unione del gruppo, come fu per il Pool antimafia, daranno i loro frutti: Giovanni e Paolo liberano le anime dei cittadini e si godono la festa di Santa Rosalia da veri eroi. Il trailer del cartone era stato presentato, nelle scorse settimane sia al Miptv di Cannes che alla rassegna internazionale ”cartoons on the beach” di Rapallo. In collegamento nove piazze siciliane, in cui sono stati installati anche i maxi schermi: piazza Cavour ad Agrigento; piazza Garibaldi a Caltanissetta; piazza teatro Massimo a Catania; piazza VI dicembre ad Enna; piazza Duomo a Messina; il palazzo della Prefettura a Ragusa; piazza Duomo a Siracusa; il castello dei Conti di Modica ad Alcamo (Trapani) e la stessa piazza Politeama a Palermo.