A Taormina grande successo per Micaela Foti, giovane cantante di Reggio

micaelafoti.jpgL’incantevole scenario di Giardini Naxos  ha ospitato sabato sera  lo show finale di “The Look Of The Year”, importante manifestazione del mondo della moda volta  ad individuare gli stilisti più creativi e i migliori professionisti del settore. Applaudita a scena aperta Micaela, la  cantante reggina  che ha rappresentato la  parte migliore della Calabria all’ultimo Festival di Sanremo, conquistando il primo posto assoluto nel televoto nazionale con la sua “Fuoco e cenere”. Anche a Taormina Micaela ha conquistato il pubblico presente con la sua voce articolata e potente, dalla timbrica raffinata .
La diciottenne calabrese aggiunge, così, un altro momento importante e significativo alla sua  carriera , iniziata con l’esibizione sul palco del teatro Ariston e proseguita, poi, con la partecipazione ad eventi straordinari, come la partecipazione al Concerto ufficiale  in Vaticano per la beatificazione di Giovanni Paolo II  e a diverse trasmissioni televisive di  RAIUNO, quali “Una notte per Caruso- Premio Caruso 2011”, “Anteprima Miss Italia nel mondo”,”Premio Persefone”,  “Ciak si canta”, “Fratello sole Madre Terra”,  “Mattina in famiglia”, “Se..a casa di Paola”, “I fatti vostri”, “Le amiche del sabato”, “Tg1” , “Tg1 Note”, “Uno Mattina Week end “e Radio Rai1.
Anche a Taormina Micaela ha conquistato il pubblico presente con la sua voce articolata e potente, dalla timbrica raffinata.

Al policlinico nuovi progetti per combattere le malattie neurologiche

provette.jpgCresce sempre di più l’attenzione verso le malattie neurologiche. Grazie a un finanziamento regionale, l’UOC di Neurologia e Malattie Neuromuscolari del Policlinico “G. Martino” sta portando avanti tre progetti obiettivo – fissati nel piano sanitario nazionale 2010 – che puntano a migliorare il trattamento di patologie invalidanti. Stroke Unit, Malattie Rare e Riabilitazione Psicologica; tre ambiti diversi, ognuno destinato ad incidere in maniera significativa sulle modalità con cui viene assistito il paziente. La Stroke Unit è l’unità preposta alla cura dell’ictus cerebrale. Il progetto in atto mira a realizzare un modello di “stroke service” in cui la gestione della fase acuta sia integrata con interventi sul territorio; ciò comprende anche una più stretta collaborazione con i medici di famiglia, programmi di prevenzione, riabilitazione e follow-up.
Dopo le malattie cardiovascolari ed i tumori, l’ictus rappresenta la terza causa di morte  nei paesi industrializzati, oltre ad essere la prima causa di disabilità dal rilevante impatto sociosanitario.
«Con la creazione della Stroke Unit  – afferma il direttore dell’unità operativa complessa Prof. Giuseppe Vita – sarà possibile gestire la presa in carico del paziente colpito da ictus cerebrale, attraverso un percorso assistenziale completo: dalla fase acuta fino a quella riabilitativa e di ritorno al domicilio, con il risultato di potenziare la rete riabilitativa e dell’assistenza domiciliare».  Un settore su cui la ricerca scientifica sta investendo molto è quello delle malattie rare; tra queste si annoverano quelle neuromuscolari, le paraparesi spastiche ereditarie e le sindromi atassiche. Con il secondo progetto il Policlinico di Messina diventa sede di un centro per le malattie rare, già riconosciuto come punto di riferimento regionale; a dirigerlo sarà il prof. Antonio Toscano. «Una malattia è considerata “rara”  – chiarisce il prof. Vita – quando colpisce non più di 5 persone ogni 10.000 abitanti. Le malattie rare, la maggior parte delle quali neurologiche, compromettono spesso la qualità della vita, per il fatto di essere patologie quasi sempre progressivamente invalidanti e di non ricevere, in tempi adeguati, una diagnosi precisa. Ciò costringe i pazienti e i loro familiari a cambiare, con frequenza, centri sanitari, spesso recandosi fuori regione». L’obiettivo del centro è, dunque, quello di contribuire a migliorare i percorsi diagnostici e terapeutici, riducendo al tempo stesso il numero di viaggi fuori regione.

Al via la V^ edizione di “Arteincentro”

Schermata 2011-10-04 a 16.18.49.pngInizia oggi la 5^ Edizione della manifestazione culturale “ARTEINCENTRO 2011”, evento organizzato anche quest’anno dall’Associazione Culturale “Messinaweb.eu” e finalizzato alla promozione e valorizzazione dell’Arte Contemporanea. Nella mattinata, presso il Salone della Borsa della Camera di Commercio di Messina, lo staff dell’Associazione, con in testa il presidente Rosario Fodale, ha allestito la mostra delle opere (poesie e dipinti). Complessivamente sessanta i poeti e quaranta i pittori che hanno aderito alla manifestazione culturale. La partecipazione, infatti, è stata aperta a tutti gli artisti – senza limiti di età, sesso, nazionalità o altra qualificazione – nelle sezioni riservate, rispettivamente, alla Pittura e alla Poesia.
L’esposizione rimarrà aperta al pubblico, questa settimana, tutti i giorni dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 18.30. Il 5 ottobre 2011, alle ore 17, l’artista Fortunata Cafiero Doddis presenterà la silloge poetica “seduttrice di sogni”. Giornata conclusiva sabato 8 ottobre 2011: alle 17 avrà inizio la cerimonia di premiazione, nel corso della quale avranno luogo il defilé dell’Atelier “Bertia Mode” e le performance dei “Cantustrittu” e dell’artista Nino Privitera.
Prestigiosa la location dell’evento culturale, che ha luogo presso il Salone della Borsa della Camera di Commercio di Messina. Il Palazzo occupa gran parte dell’area di Piazza Cavallotti: il progetto, scelto attraverso un concorso pubblico bandito nel 1910, fu dell’architetto Camillo Puglisi Allegra. Le difficoltà economiche provocate dalla guerra ritardarono i tempi di realizzazione: soltanto nel 1923 l’area fu consegnata e nel 1926 la società P.A.C.E. inizierà i lavori che saranno completati nel 1933 con la sistemazione del salone della Borsa. L’elegante palazzo presenta una facciata caratterizzata dagli elementi decorativi di gusto classico e dalle raffinate balaustre che ornano i balconi del secondo piano. All’interno si accede da un’ampia scala di marmo bianco che si interrompe dinnanzi all’ingresso costituito da tre arcate chiuse da grandi cancelli in ferro battuto, riccamente decorati, e sormontate da balaustre con balconate. Attraverso l’ingresso, ci si ritrova in un vestibolo dove sono sistemati, all’interno di nicchie, busti bronzei raffiguranti uomini illustri della città. Dal vestibolo si accede alla grandiosa sala della Borsa, interamente rivestita di pregiati marmi verdi e ornata da bronzi decorativi.
L’Associazione Culturale “Messinaweb.eu” si occupa di diffondere la cultura nel mondo giovanile e non, di ampliare la conoscenza della cultura attraverso i contatti fra le persone, gli enti e le associazioni, di proporsi quale luogo di incontro e di aggregazione nel nome di interessi culturali, assolvendo alla funzione sociale di maturazione e crescita umana e civile attraverso l’ideale dell’educazione permanente, di porsi quale punto di riferimento per quanti possano trovare, nelle varie sfaccettature ed espressioni della cultura, un sollievo al proprio disagio.