Anche in Sicilia medicina d’eccellenza: concluso a Taormina il convegno regionale dei medici ortopedici

ospedale2.jpgCon la presentazione di nuove protesi realizzate con materiali più resistenti rispetto al passato e con l’analisi delle ultime novità sugli studi riguardanti l’uso delle cellule staminali, si è concluso nel primo pomeriggio di oggi il congresso regionale degli ortopedici dedicato al “Presente e futuro nel trattamento dell’artrosi del ginocchio, aspettative e soddisfazione del paziente”, avviato all’hotel Atahotel Capotaormina. Nelle relazioni di ieri e di questa mattina si è visto che dalle cellule staminali potrà arrivare nel prossimo futuro un aiuto per ricostruire non solo una parte della cartilagine rovinata ma, probabilmente, l’intera articolazione del ginocchio, con prospettive eccellenti per i pazienti. Naturalmente resta la strada dell’inserimento delle protesi su cui la bioingegneria sta facendo passi importanti con materiali migliori e geometrie articolari che ne evitano il rigetto registrato comunque in casi rari e difficili. Come però spiegato dai vari relatori che si sono alternati tra ieri e oggi, prima occorre correggere le eventuali deformità del ginocchio, per poi capire la reale necessità dell’inserimento delle protesi anche in caso di varo estremo o di valgo estremo. Insomma è stato fornito un ampio sguardo rispetto alle possibili complicanze di un ginocchio protesizzato, comprese le eventuali infezioni. “Del resto, prima di inserire le protesi – commenta il dott. Walter Leonardi, presidente del congresso e primario del reparto di ortopedia al Garibaldi-Nesima di Catania – noi medici guardiamo immediatamente alle condizioni di salute e alle esigenze funzionali future del soggetto su cui si dovrebbe intervenire. In alcuni casi è anche meglio non intervenire con la protesi per dare posto ad altre cure in abbinamento alla fisioterapia. In altri casi la protesi al momento resta una soluzione da perseguire mentre la scienza, come abbiamo visto, cerca di compiere passi in avanti con l’uso delle cellule staminali non più riservato solo alla ricostruzione di pochi centimetri di cartilagine ma proiettato verso il recupero dell’intera articolazione interessata dal processo degenerativo”.

Anche in Sicilia medicina d’eccellenza: concluso a Taormina il convegno regionale dei medici ortopediciultima modifica: 2010-10-13T08:52:28+02:00da VirgilioMessina
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento