Speciale Ponte sullo Stretto, “Il dibattito infinito”: il nostro speciale

15.jpg
“Un Ponte per lo Sviluppo”: quante volte abbiamo letto, ascoltato o ripetuto questa frase, negli ultimi anni ?

Quanti libri hanno avuto questo titolo e, quanti documentari televisivi hanno titolato trasmissioni dedicate al Ponte dello Stretto con i termini “Ponte” e “Sviluppo” uno affianco all’altro ?

Tanti, certamente. Forse troppi. Troppe parole buttate al vento, a fronte di poche azioni concrete a favore dell’opera che collegherebbe la Sicilia al Continente.

Dopotutto un blog dedicato a Messina non può ignorare quello che è l’argomento che più di ogni altro alimenta, da lunghi decenni, il dibattito pubblico della città (e non solo): questo “speciale” sul Ponte è dedicato ad approfondire diversi aspetti e tematiche sulla realizzazione della grande opera tra cronaca, attualità, storia, cultura, politica, approfondimento e opinione.

Prima di parlare, però, subito di ponte e “sviluppo”, cerchiamo di individuare il significato profondo di un’opera così importante e stravolgente rispetto al passato.

Il termine “pontefice” significa “colui che fa il Ponte” e il Papa, la figura più importante e rappresentativa della Chiesa Cattolica nonché Presidente dello Stato Vaticano, è detto “pontefice” proprio perché storicamente il concetto di “ponte” è sempre stato contrapposto a quello di “muro”: il ponte serve per la pace, il muro per la guerra.

Storicamente, la costruzione di un Ponte, è sempre stata una grande festa per ogni civiltà in ogni tempo: un Ponte è una struttura che viene costruita e utilizzata per superare un ostacolo (mare, lago, fiume ecc. ecc.) e per mettere in contatto due aree altrimenti divise, separate.

Nel mondo del terzo millennio, ormai, il significato del “Ponte” è abbastanza differente e ruota attorno a questioni economiche, commerciali e turistiche, e, proprio per questo, è altrettanto importante.

Il Ponte dello Stretto è, prima di tutto, quella struttura che permetterebbe di collegare la Sicilia al Continente Europeo: questo il principale significato storico e culturale, che poi di certo ha anche ripercussioni sui commerci, sull’economia, sul turismo d’Europa, d’Italia e di Calabria e Sicilia in modo particolare. Ripercussioni, tutte, positive con, certo, qualche “contro” che analizzeremo nel corso dello speciale.

Il consiglio che posso darvi è quindi quello di seguirci, giorno per giorno e settimana per settimana, perchè non abbiamo alcun tipo di pretesa sulla determinazione delle vostre idee.

Ma forse, nel nostro piccolo, possiamo con grande umiltà e modestia raccontare quello che sappiamo per fare in modo che le opinioni tanto discusse e animate su questa grande opera siano il più possibile motivate con riferimenti concreti e reali.

Speciale Ponte sullo Stretto, “Il dibattito infinito”: il nostro specialeultima modifica: 2009-07-27T08:30:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento