Mercatino di Natale di Messina

natale_messina.jpgUno dei luoghi più suggestivi, i portici di Piazza Antonello ospiteranno dal 19 al 23 Dicembre 2012 dalle 8 alle 20, il Mercatino di Natale, giunto quest’anno alla seconda edizione. Con il patrocinio della Provincia regionale di Messina, il mercatino quest’anno si sposta in centro per rendere più “natalizia” l’atmosfera cittadina, e permettere a turisti e croceristi di ammirare l’artigianato siciliano.
 
Oltre 30 artigiani che esporranno tanti prodotti esclusivamente realizzati a mano, frutto del proprio estro e della propria creatività. Tante idee per tutte le età e per tutti i gusti: decoupage, ceramica, fimo, pittura su vetro, tegole artistiche, maglia e tanto altro ancora per rendere i vostri regali unici ed originali. Il Mercatino di Natale sarà inaugurato dal Presidente della Provincia di Messina, l’onorevole Giovanni Ricevuto assieme alla dott.ssa Silvana Schechter, mercoledì 19 Dicembre alle ore 18.

NovemBeer Fest a Santa Lucia del Mela

2337.jpgL’Associazione “Antiche Torrri” in collaborazione di Urban Park ed il patrocinio del Comune di Santa Lucia del Mela (Me) organizzano la prima ““NovenBeer Fest Park” all’interno dell suggestivo Parco Urbano di Santa Lucia del Mela, grande festa della birra il 4 novembre 2012 alle 18.30 con tanta musica dal vivo, grigliate di salsiccia, degustazione di diversi tipi di birra, artigianato e uno spazio dedicato all’intrattenimento dei bambini. L’Associazione “Antiche Torri”, che organizza l’evento, nasce a Santa Lucia del Mela ed è un’associazione culturale e ricreativa, che ha come scopo la promozione e l’organizzazione di iniziative culturali, ricreative e musicali; promuove inoltre una cultura della legalità, solidarietà e tutela dell’ambiente; valorizza il patrimonio storico, artistico e culturale di Santa Lucia del Mela. Tra le attività più importanti, l’Associazione organizza la rievocazione storica del corteo di Federico II di Svevia.

Naxoslegge -17/23 settembre – Giardini Naxos

naxos,evento,messina,letturaDal 17 al 23 settembre si svolgerà Naxoslegge, il Festival delle narrazioni, della lettura e del libro ideato dall’associazione culturale Le Officine di Hermes con il contributo del Comune di Giardini Naxos. 

Anche quest’anno  Giardini Naxos ospiterà la sette giorni manifestazione culturale e gli eventi letterari inseriti in un contesto naturale bello come pochi in Italia: la splendida terrazza del lido di Naxos, partner della manifestazione insieme alla libreria Doralice di Messina, le piazze cittadine, l’auditorium del Liceo Caminiti, il cineteatro comunale e il prestigioso Palazzo Paladino.

Tra le proiezioni proposte per questa II edizione di NaxosLegge avremo: “Buon compleanno Don Gesualdo” di Franco Battiato (sarà presente il produttore Fabio Bagnasco), all’interno della sezione Le opere e i giorni, nell’omaggio a Bufalino cui prenderà parte anche lo scrittore Carmelo Causale. Sempre giovedì sarà la volta del film “Bastava una notte. I Siciliani di Tunisi” di Manuel Giliberti, nella sezione La memoria del Futuro/Mediterranea. Nel corso della Notte della lettura, per la sezione Isole che si raccontano sarà proposto il film “Il maggio di Filicudi. Storie di mafia e turismo nelle Eolie degli anni 70″, con la regia di Pino La Greca che presenzierà alla proiezione.

I Giganti Mata e Grifone

394.jpgProcessione dei “Giganti” Mata e Grifone, mitici progenitori della città di Messina. Due colossali statue di giganti a cavallo in cartapesta, ritenuti i progenitori di Messina, vengono portati in giro per la città. Mata rappresenta una messinese unita a Grifone, moro conquistatore della Città di Messina.

Le due statue gigantesche, nel corso dei secoli, sono state identificate con varie figure della mitologia: Kronos e Rhea (per i latini Saturno e Cibele), Cam e Rea, Zanclo e Rea, Mata e Grifone. Nel 1547 in contrada Maredolce, a Palermo furono rinvenute delle ossa gigantesche, probabili resti dell’antica fauna che aveva popolato l’Isola in epoca preistorica (elefanti nani e ippopotami). Questo ritrovamento fece asserire ai Palermitani che la loro città era stata fondata da “Giganti”, quindi in epoca assai remota, e ciò le arrecava un maggior prestigio rispetto alla città dello Stretto.  Forse fu per reazione a queste pretese che il Senato di Messina ordinò la costruzione delle due statue. Si tratta di due colossali statue equestri lignee, cave all’interno, che superano gli otto metri d’altezza. L’attuale posizione, a cavallo, risale al 1723 anche se fu solo negli anni ’50 di questo secolo che le zampe dei cavalli furono completate e i due giganti caricati su carrelli con ruote per essere trainati più facilmente.  In precedenza venivano sollevate e portate a spalla con un andamento traballante che imitava la cavalcata. Le due statue hanno ricevuto vari restauri. I due Giganti sono portati in processione dal 10 al 14 Agosto, da un festoso corteo in costume.  Nel 1993 è stata ripresa la tradizione, interrotta più volte dal 1909, di farli seguire da un’altra macchina che rappresenta un cammello. Per alcuni rievocherebbe l’entrata a Messina di Ruggero d’Altavilla sul dorso di un dromedario dopo la sconfitta degli arabi; per altri il predone arabo che esigeva i tributi al popolo.

Taormina. La Norma di Bellini al Teatro antico, in prevendita europea anticipata

taormina-antico-teatro.jpgPerché conviene acquistare i biglietti di uno spettacolo di un’opera lirica con mesi di anticipo? Perché così ci riserveremo i posti migliori e questi a un prezzo migliore,in fondo è quello che si fa con i biglietti aerei: hai una maggiore scelta e costa meno se acquisti subito e non aspetti l’ultimo momento. Questa è la strategia messa a punto  da Enrico Castiglione per le stagioni operistiche della sua direzione artistica della sezione “Musica & Danza” di Taormina Arte e lo è  di nuovo per la quarta edizione del Bellini Festival. Già dallo scorso febbraio è stata aperta la prevendita dei biglietti del nuovo allestimento di NORMA che andrà in scena la prossima estate l’8 e il 10 Luglio 2012 nel meraviglioso scenario del Teatro Antico di Taormina con un successoincredibile di vendite, tanto che già alcuni settori come il parterre e la tribuna stanno andando verso il gran pienone.

«Si tratta – ha detto Castiglione – di un nuovo spettacolare allestimento che utilizzerà l’intero spazio scenico del Teatro Antico per ricrearvi un’immensa foresta nascosta da imponenti rocce e dirupi: quella delle Gallie al tempo della conquista romana, dove si consuma la sofferta storia d’amore tra Norma, sacerdotessa dei Druidi e Pollione, proconsole dell’Impero Romano».
Sarà una spazio verde molto particolare che Castiglione metterà in scena grazie a soluzioni sceniche innovative che non mancheranno di sorprendere gli spettatori, in stretta simbiosi con le rovine romane attuali del Teatro Antico, messe in risalto proprio in segno della decadenza di Roma di fronte all’estremo sacrificio dei due protagonisti con cui si conclude drammaticamente l’opera.
D’altra parte, la Norma sembra essere l’opera più adatta per essere calata, appunto, tra le mura dell’antica cavea. Basterà uno scorcio di luna come quelli che sa offrire Taormina durante le belle notti d’estate, per avere un palcoscenico unico e irripetibile per arricchire una performance che si annuncia ricca di spettatori provenienti da tutto il mondo, allo scopo di trovarsi accolti da uno scenario che solo Taormina sa offrire ai suoi ospiti.

Enrico Rava Quintet “Tribe” Domenica 6 Maggio al Palacultura

rava,enrico rava,jazz,messina,ecm, concerto ravaENRICO RAVA, tra i apprezzati  jazzisti italiani  a livello internazionale, sarà, domenica 6 maggio al PalAntonello con TRIBE.

Negli anni le sue proposte musicali hanno seguito esperienze diverse e stimolanti.

Attivo sulla  scena jazzistica da metà degli anni sessanta, si è imposto velocemente tra i più convincenti solisti europei.
Personaggio schietto  ed artisticamente versatile si pone al di fuori di ogni schema come un musicista rigoroso e non incline alle convenzioni. Dalla sua sonorità lirica e struggente sempre sorretta da una stupefacente freschezza d’ispirazione, risaltano fortemente in tutte le sue avventure musicali.
Tra la sua numerosa discografia sono da segnalare gli imperdibili Quartet (ECM 1978) “Rava l’opera Va” (Label Bleu 1993), “Easy Living” (ECM 2004), “Tati” (ECM 2005) e “The Words and the Days” (ECM 2007) e l’ultimissimo ”New York Days” (ECM 2009).


Non è difficile usare i superlativi per raccontare la sua avventura musicale, talmente ricco è il suo curriculum, talmente affascinante il suo mondo musicale, talmente lungo l’elenco dei musicisti con i quali ha collaborato ,italiani, europei, americani: Franco D’Andrea, Massimo Urbani,Stefano Bollani ( con cui suona da anni in un acclamatissimo duo) Joe Henderson, John Abercrombie, Palle Danielsson, Jon Christensen, Pat Metheny,Archie Shepp, Miroslav Vitous, Daniel Humair, Michel Petrucciani, Charlie Mariano, Joe Lovano, Albert Mangelsdorff, Dino Saluzzi, Richard Gallliano, Martial Solal, Steve Lacy ecc…
 
Nel settembre 2011 è uscito per ECM (etichetta con cui incide dal 1975) il nuovo CD in quintetto “TRIBE”.
Tribe è il titolo della sua ultima opera, ma anche del quintetto che guida. Tribe è composto da Fabrizio Sfera alla batteria, Gianluca Petrella al trombone, Giovanni Guidi al piano e Gabriele Evangelista al contrabasso.

Enrico Rava Tribe sarà, domenica 6 maggio ore 18 al PalAntonello, e chiuderà la 91ª stagione concertistica della Filarmonica Laudamo.
Per la performance di Enrico Rava Tribe non sarà effettuata prevendita. I biglietti al costo di € 20,00 saranno venduti direttamente al Palacultura Antonello dalle ore 17,30, sbrigatevi si va a esaurimento dei posti disponibili.

fonte

Da oggi Tram gratuito in città per studenti, assegnisti, dottorandi e borsisti dell’università

 

Tram-02T-MT-01.jpgE’ stata siglata nei locali del rettorato la  nuova convenzione che a partire da oggi, lunedì 8 novembre e fino al 7 novembre 2012, assicura il trasporto gratuito sul tram degli studenti, degli assegnisti, dei dottorandi e dei borsisti dell’Ateneo peloritano. Il nuovo accordo consente di garantire un servizio sicuro e costante  che è sempre risultato gradito agli studenti e agli altri interessati per la continuità e la velocità di trasporto rispetto agli autobus.

 

L’accordo è stato siglato alla presenza del Rettore, prof. Francesco  Tomasello, dal Direttore Amministrativo, avv. Giuseppe Cardile e dal Direttore Generale dell’ATM, ing. Claudio Conte.

 

 

Venerdì all’Università la premiazione dei centisti con lode

2142436864.jpgVenerdì 23 luglio alle ore 10 presso l’Aula Magna dell’Ateneo si terrà la premiazione dei “Centisti con lode”, che giunge quest’anno alla IV edizione. Con questa cerimonia  l’Università degli Studi di Messina con la Provincia Regionale e l’Ufficio Scolastico Provinciale, intendono festeggiare i migliori diplomati della città e della provincia ed esprimere un riconoscimento al loro merito, alle loro capacità e al loro impegno che integrandosi con la formazione ricevuta, hanno consentito loro di concludere brillantemente la carriera scolastica col massimo dei voti e la lode. Interverranno il Rettore, prof. Francesco Tomasello, il dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Messina, dott. Cataldo Dinolfo, il presidente della Provincia Regionale, on. Nanni Ricevuto la delegata rettorale per l’Orientamento e il Tutorato e direttore del Cor.t.a, prof. Stefania Scarcella, l’assessore provinciale alla pubblica istruzione, dott. Giuseppe Di Bartolo.

Nel corso della cerimonia ai 90 neodiplomati  verrà consegnato un attestato di merito e doni qualificati, con l’augurio che le loro scelte future possano accrescere e valorizzare il bagaglio di conoscenze già acquisito e che un ruolo determinante possano giocare la tradizione e la qualità dell’Ateneo messinese.

I ‘No Ponte’ occupano i cantieri della grande opera

Ponte151009.jpgCirca 500 persone della Rete ‘No Ponte’ hanno occupato ieri pomeriggio il cantiere della societa’ Stretto di Messina dove e’ stata posizionata una trivella per fare i primi accertamenti relativi alla realizzazione del ponte sullo Stretto. Sulla trivella e’ stata messa la bandiera ”No Ponte”. Agenti della Digos hanno controllato la situazione e non ci sono stati incidenti.

Finalmente Messina scopre il Palacultura

31.JPG
In occasione della presentazione del Ponte sullo Stretto, Messina ha potuto scoprire tutte le meraviglie del ‘Palacultura’, avveniristico centro polifunzionale inaugurato pochi giorni fa.
Il Palazzo è costituito da tre edifici all’interno dei quali ci sono un auditorium da 850 posti con 4 platee, fossa per l’orchestra e cabine per la regia televisiva delle manifestazioni, un teatro all’aperto da 250 posti, una biblioteca (la più grande della città) e un centro espositivo sul terrazzo.

Proprio nell’auditorium s’è svolta la cerimonia di presentazione del progetto del Ponte sullo Stretto.

L’opera, progettata nel 1975 dagli ingegneri Aldo D’Amore e Fabio Basile, è stata completata il 16 aprile 2009.
L’iter di realizzazione è stato lunghissimo e travagliato soprattutto a causa del ritrovamento, nel febbraio 1982, di preziosi reperti archeologici risalenti all’epoca romana. Ma i problemi furono anche altri, burocratici e progettuali e così solo oggi l’opera, finalmente, dopo più di trent’anni dalla progettazione, ha potuto vedere la luce.

Il palazzo è situato lungo il viale Boccetta, la via più trafficata di Messina soprattutto per tutti coloro che, dopo aver traghettato, si dirigono verso le autostrade (o viceversa). Rappresenta, quindi, un biglietto da visita moderno e attraente oltre ad essere – almeno potenzialmente – un grande punto di riferimento per la vita culturale della città.