Volksgut al Palacultura dal 22 al 24 novembre

phpThumb_generated_thumbnailjpg.jpgSarà ospitata al Palacultura, dal 22 al 24 novembre, la manifestazione “Volksgut”, articolata in incontri con gli specialisti del settore, letture e spettacoli teatrali sul tema del patrimonio popolare immateriale, fiabe e leggende della nostra tradizione collegate a radici popolari germaniche; una mostra di illustrazioni sulla fiaba ed un concorso per le scuole, sullo stesso tema, completeranno l’evento.
Organizzazione
La  manifestazione è organizzata dall’Associazione Culturale Italo-Tedesca di Messina, con il contributo del Ministero degli Esteri Tedesco tramite il Goethe-Institut Italien in Roma, con il patrocinio del Consolato Generale della Repubblica Federale a Napoli, della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, dell’Assessorato regionale dei beni culturali e dell’identità siciliana, della Provincia Regionale, del Comune di Messina, della Fondazione Bonino-Pulejo, ed in collaborazione con l’Associazione Culturale Kiklos.
Appuntamenti
L‘occasione è data dall’anniversario dei 200 anni dalla pubblicazione dei Kinder-und Hausmärchen ovvero Fiabe del focolare, dei Fratelli Grimm, che viene celebrato dal Goethe-Institut Italien attraverso numerose iniziative che si svolgono in tutta la Penisola. Per tre giorni il Palacultura sarà centro del mondo delle fiabe: giovedì 22, alle ore 16.30, una mostra di disegni, accoglierà il pubblico; le colorate tavole antropomorfe dei Musicanti di Brema della casa editrice “Orecchio Acerbo”, saranno introdotte dalla fumettista Michela De Domenico, presente l’autrice Claudia Palmarucci; il percorso del pubblico proseguirà poi con la voce recitante della regista ed attrice Simonetta Pisano, che proporrà, attraverso parole ed immagini, Una dolce casa nel bosco, rilettura della famosa fiaba dei Fratelli Grimm “Hansel e Gretel”.

TUSA A PORTE APERTE – Profumi d’Autunno

cuochi-vallehalaesa-nebrodi.jpgIl 20 novembre 2011 si svolgerà la manifestazione “TUSA A PORTE APERTE – Profumi d’Autunno” organizzata dall’Associazione Cuochi Valle di Halaesa Nebrodi, a partire dalle ore 09.30. Durante la manifestazione culturale e gastronomica all’insegna dei prodotti tipici della Valle dell’Halaesa, saranno previste visite guidate per il Centro Storico Alesino, mostre fotografiche curate dai bambini dell’Istituto Comprensivo di Tusa, nonché l’esibizione del gruppo folkloristico “U Casteddu” della città di Caccamo. I cuochi dell’Associazione prepareranno un menù di quattro portate (antipasto, primo, secondo e dessert) esaltando i sapori ed il gusto dei prodotti tipici del territorio.
Info e contatti: natalinogiaimo@cuochidihalaesa.it – 339.5633139

TUSA A PORTE APERTE – Profumi d’Autunno

 

 

 

cuochi-vallehalaesa-nebrodi.jpgIl 20 novembre 2011 si svolgerà la manifestazione “TUSA A PORTE APERTE – Profumi d’Autunno” organizzata dall’Associazione Cuochi Valle di Halaesa Nebrodi, a partire dalle ore 09.30. Durante la manifestazione culturale e gastronomica all’insegna dei prodotti tipici della Valle dell’Halaesa, saranno previste visite guidate per il Centro Storico Alesino, mostre fotografiche curate dai bambini dell’Istituto Comprensivo di Tusa, nonché l’esibizione del gruppo folkloristico “U Casteddu” della città di Caccamo. I cuochi dell’Associazione prepareranno un menù di quattro portate (antipasto, primo, secondo e dessert) esaltando i sapori ed il gusto dei prodotti tipici del territorio.
Info e contatti: natalinogiaimo@cuochidihalaesa.it – 339.5633139

GirOlio 2012 a Ficarra e Sant’Angelo di Brolo

2343.jpgGirOlio 2012” -Tappa siciliana a Ficarra e Sant’Angelo di Brolo comuni in provincia di Messina, dal 26 novembre al 2 dicembre. Il ‘Girolio d’Italia’, manifestazione è organizzata dall’Associazione Nazionale Città dell’Olio, è il “viaggio” che attraversa l’Italia delle regioni olivetate per celebrare l’olio nuovo e il paesaggio olivicolo. Ricco il  programma di eventi da non perdere, convegni scientifici e divulgativi dedicati al paesaggio olivicolo e alla tutela del territorio, degustazioni di olio nuovo in abbinamento ai pani della tradizione e ad altri prodotti dell’eccellenza enogastronomica locale, visite ai frantoi e alle mostre dedicate alle civiltà dell’olivo, eventi musicali, antichi mercatini, spettacoli di piazza, manifestazioni folkloristiche, corsi di cucina con olio extravergine. E ci sarà anche il coinvolgimento delle scolaresche nei percorsi di conoscenza del mondo dell’olio extravergine e la premiazione dei migliori oliveti. Quella del 2012 sarà una edizione all’insegna della tecnologia e dei new media. Tutte le tappe saranno seguite da foodblogger e tutti gli eventi collegati al Girolio d’Italia saranno consultabili attraverso l’applicazione per smart-phones scaricabile dal sito www.cittadellolio.it che permetterà di scoprire le eccellenze del territorio italiano attraverso la geo-localizzazione degli olivi secolari, gli itinerari legati alla rappresentazione dell’olivo e dell’olio nell’arte e nella cultura, i ristoranti dell’olio e i produttori di eccellenza.

Ranieri Wanderlingh “Pop romantic art”

mostra.jpgUn nuovo appuntamento con l’Arte contemporanea, manifestazione promossa dall’assessorato provinciale alle Politiche culturali, ideata e curata da Saverio Pugliatti, consulente per gli eventi culturali del presidente della Provincia regionale. Le sale del Monte di Pietà ospiteranno le opere dell’artista Ranieri Wanderlingh. La mostra dal tema “Pop romantic art” sarà inaugurata dal presidente della Provincia, on. Nanni Ricevuto e dall’assessore provinciale alla Politiche culturali, Giuseppe Crisafulli. Le suggestive stanze del Monte di Pietà di Messina ospiteranno per due settimane la personale di Ranieri Wanderlingh. Sarà l’occasione per esplorare tela dopo tela come l’artista si sia inserito nel solco segnato dai grandi dell’arte contemporanea, e come abbia originalmente recuperato e rielaborato le proposte della tradizione artistica europea.

Quel che sorprende nell’osservare le opere, che coprono ben vent’anni di studio, ricerca ed espressione, è il riscontro, nella continua diversità dei temi e delle tecniche espressive, di elementi costanti, quelli che nel codice artistico si identificano col termine “cifra”, che consentono di riconoscere, appunto dai primi quadri del 1993 sino a quelli di ultima esecuzione, la paternità di un suo quadro senza dovere andare a cercare la firma.

Guardando con attenzione le opere in mostra è evidente, infatti, come l’artista continuamente addizioni ad una tecnica precisa e rigorosa elementi sensoriali, sensuali, lirici, in modo che convivano in stretta simbiosi idea e rinnovamento linguistico. Il titolo dato alla mostra è: “Pop romantic art”.

Palio di San Martino a Castell’Umberto

927.jpgA Castell’Umberto per San Martino funghi, salsiccia, castagne… e vino. Castell’Umberto è un piccolo paese incastonato sulle morbide colline dei monti Nebrodi, situato nell’immediato entroterra tra Cefalù e Messina. Il 10 e 11 novembre 2012 si svolge il Palio di San Martino. Durante la manifestazione, sarà possibile assistere alla corsa delle botti che si svolge nel quadrilatero di fondazione novecentesca del Comune di Castell’Umberto. I componenti delle squadre che partecipano alla gara si sfidano nel far rotolare delle grosse botti attraverso un circuito a gimcana fino a condurle al traguardo nel minor tempo possibile. La competizione si svolge su due manche; la prima serve a stabilire l’ordine di partenza in griglia nella seconda manche.
La manifestazione, inserita all’interno dei festeggiamenti dedicati a San Martino, al di là della competizione tende alla valorizzazione e promozione dei prodotti tipici dell’intero territorio dei Nebrodi. E’ prevista la preparazione e la degustazione dei prodotti tipici come i maccheroni con il sugo di maiale ed i frittuli piatto povero ottenuto dall’uso delle parti di scarto del suino, tra cui testa, zampe, cuore, cotenne, il tutto pulito con acqua e limone e cotto dopo l’aggiunta di aromi.

Il Palio delle botti offre l’ opportunità di scoprire un centro storico poco conosciuto, soprannominato Castania, tra vecchie case in pietra arenaria e scorci fioriti. Una visita meritano i ruderi del castello di epoca bizantina con la sua torre, la chiesa di Santa Barbara, quella di San Vincenzo, “U Chianu a vucciria“, luogo che si poneva come punto nevralgico della vita sociale e politica dei castanesi, costruito all’epoca dei Normanni e che si affaccia sulla valle del Fitalia. Nei dintorni, il parco ecologico di Piano Collura.

Gli ultimi Gattopardi tra arte, letteratura e alchimia

Schermata 10-2456225 alle 12.23.31.pngCento opere per nove autori, considerati dalle eccezionali virtù. Sono loro i protagonisti di “Gli ultimi Gattopardi”, la mostra a cura di Francesco Gallo Mazzeo – accompagnata da un elegante catalogo a cura di Joselita Ciaravino, Francesco Gallo e Francesco Rovella – che si è inaugura sabato 20 ottobre al Palazzo della Cultura di Messina, in viale Boccetta 373.

«Visti da allora – scrive Francesco Gallo nella sua introduzione al catalogo – dovevano sembrare strani, superuomini o squilibrati, portati a fare cose stravaganti, inutili, in una Sicilia contadina. Oggi, invece, chiedono d’essere esaminati per quello che sono nella loro diversità che taglia tutto un secolo: i testimoni viventi di un mondo in bianco e nero».

Gattopardi noti e meno noti, accumunati dall’appartenere ad un mondo aristocratico che si confrontava con le Avanguardie, affermati nel panorama artistico-culturale nazionale. Nomi come Beniamino Joppolo. Come Casimiro Piccolo, noto per i suoi molteplici interessi che spaziavano dalla fotografia agli acquerelli alla magia. E ancora: i due fratelli palermitani Aldo e Mario Pecoraino. E poi, ancora, Nato Sciacca, Filippo Cianciafàra, Carmelo Salleo, figure meno note al grande pubblico, ma sicuramente di altissima levatura. In ultimo Raniero Alliata di Pietratagliata, le cui tempere erotiche vengono esposte per la prima volta dopo essere state a lungo nascoste.

A promuovere questa mostra, all’interno del “Circuito del Mito“, è la Regione Siciliana, tramite l’Assessorato Turismo Sport e Spettacolo.

La mostra, a ingresso gratuito, rimane aperta fino al 16 dicembre, da martedì a sabato, dalle 9,30 alle 13 e dalle 15,30 alle 19. La domenica e nei giorni festivi apertura dalle 9,30 alle 13. Lunedì chiusura al pubblico.

NovemBeer Fest a Santa Lucia del Mela

2337.jpgL’Associazione “Antiche Torrri” in collaborazione di Urban Park ed il patrocinio del Comune di Santa Lucia del Mela (Me) organizzano la prima ““NovenBeer Fest Park” all’interno dell suggestivo Parco Urbano di Santa Lucia del Mela, grande festa della birra il 4 novembre 2012 alle 18.30 con tanta musica dal vivo, grigliate di salsiccia, degustazione di diversi tipi di birra, artigianato e uno spazio dedicato all’intrattenimento dei bambini. L’Associazione “Antiche Torri”, che organizza l’evento, nasce a Santa Lucia del Mela ed è un’associazione culturale e ricreativa, che ha come scopo la promozione e l’organizzazione di iniziative culturali, ricreative e musicali; promuove inoltre una cultura della legalità, solidarietà e tutela dell’ambiente; valorizza il patrimonio storico, artistico e culturale di Santa Lucia del Mela. Tra le attività più importanti, l’Associazione organizza la rievocazione storica del corteo di Federico II di Svevia.

MOSTRA E SAGRA DEI FUNGHI ad UCRIA

1743.jpgDal 27 ottobre 2012 ad Ucria (Me) si svolge la sagra dei funghi.
Si possono degistare l’ ottimo risotto ai funghi, offerto dell’Associazione Micologica e “Mostra Micologica Funghi dei Nebrodi” e inoltre l’esposizione di prodotti tipici, musica e balli allieteranno le serate.
 
Programma sabato 27 ottobre
 
Ore 9.00 – 18.00 Visite guidate al Museo Etnostorico dei Nebrodi “A. Gullotti”;
Ore 9.30 – 16.00 Visite guidate alla Banca del Germoplasma Vegetale (Ente Parco dei Nebrodi); 
Ore 10.00 – 24.00 Mostra Micologioca (Funghi dal vero) –  Consulenze Micologiche per visitatori – Mostra di Pittura -Animazione e Spettacoli Musicali; 
Ore 11.00 -24.00 Apertura Stand Gastronomici; 
Alle ore 20.30 Sagra del Fungo, degustazioni a base di Funghi e non solo.
 
I porcini sono nel territorio di Ucria delle “rarità” a portata di mano. Ricco di acqua, di boschi, rovereti e castagneti, basta arrampicarsi lungo i pendii che lambiscono le strade di facile accesso per avere l’opportunità di portare a casa un bottino prezioso. Nel paese opera dal 1995 l’importante Associazione Micologica Naturalistica “P.Bernardino” che svolge una costante funzione divulgativa e conoscitiva sul vastissimo mondo dei funghi. L’impegno dell’Associazione si rivolge ad uno studio sistematico, biochimico. Tossicologico, igienico-sanitario e preventivo di tutte le specie dei funghi. Allo stesso tempo sono state intraprese delle iniziative atte a promuovere e favorire la conoscenza della Micologica mediante conferenze, dibattiti, mostre, corsi di studio.

Sagra della Castagna ad Antillo


sagra castagna,degustazione castagnaSagra della Castagna
il 20 e 21 ottobre 2012 ad Antillo (Me), centro della parte più profonda della vallata dell’Agrò. Nel corso della manifestazione, organizzata dal Comune, oltre alla tradizionale degustazione di castagne al forno e caldarroste, pane casereccio, salsiccia arrosto porchetta e vino locale, è possibile visitare i numerosi stand espositivi con le tipiche produzioni agricole e della pastorizia, come castagne, formaggi, frutta secca funghi, olio, vino, miele, conserve.

La Sagra della Castagna nasce ad Antillo nel 1999 con l’intento di far riscoprire un prodotto profondamente radicato nel passato della comunità locale, attraverso una iniziativa che oltre a permettere la degustazione delle castagne, vuole conservare usanze, gesti e profumi che il tempo lentamente sta portando via dalla nostra memoria. Dal 2003 la sagra della castagna ospita anche una ricca e variegata mostra mercato dei prodotti tipici antillesi (salsiccia, salame, porchetta, maccheroni, funghi, olio, vino, miele, noci, frutta secca, pane casereccio, formaggi, ecc. oltre agli apprezzati prodotti dell’artigianato locale.