Mercatino di Natale di Messina

natale_messina.jpgUno dei luoghi più suggestivi, i portici di Piazza Antonello ospiteranno dal 19 al 23 Dicembre 2012 dalle 8 alle 20, il Mercatino di Natale, giunto quest’anno alla seconda edizione. Con il patrocinio della Provincia regionale di Messina, il mercatino quest’anno si sposta in centro per rendere più “natalizia” l’atmosfera cittadina, e permettere a turisti e croceristi di ammirare l’artigianato siciliano.
 
Oltre 30 artigiani che esporranno tanti prodotti esclusivamente realizzati a mano, frutto del proprio estro e della propria creatività. Tante idee per tutte le età e per tutti i gusti: decoupage, ceramica, fimo, pittura su vetro, tegole artistiche, maglia e tanto altro ancora per rendere i vostri regali unici ed originali. Il Mercatino di Natale sarà inaugurato dal Presidente della Provincia di Messina, l’onorevole Giovanni Ricevuto assieme alla dott.ssa Silvana Schechter, mercoledì 19 Dicembre alle ore 18.

NovemBeer Fest a Santa Lucia del Mela

2337.jpgL’Associazione “Antiche Torrri” in collaborazione di Urban Park ed il patrocinio del Comune di Santa Lucia del Mela (Me) organizzano la prima ““NovenBeer Fest Park” all’interno dell suggestivo Parco Urbano di Santa Lucia del Mela, grande festa della birra il 4 novembre 2012 alle 18.30 con tanta musica dal vivo, grigliate di salsiccia, degustazione di diversi tipi di birra, artigianato e uno spazio dedicato all’intrattenimento dei bambini. L’Associazione “Antiche Torri”, che organizza l’evento, nasce a Santa Lucia del Mela ed è un’associazione culturale e ricreativa, che ha come scopo la promozione e l’organizzazione di iniziative culturali, ricreative e musicali; promuove inoltre una cultura della legalità, solidarietà e tutela dell’ambiente; valorizza il patrimonio storico, artistico e culturale di Santa Lucia del Mela. Tra le attività più importanti, l’Associazione organizza la rievocazione storica del corteo di Federico II di Svevia.

MOSTRA E SAGRA DEI FUNGHI ad UCRIA

1743.jpgDal 27 ottobre 2012 ad Ucria (Me) si svolge la sagra dei funghi.
Si possono degistare l’ ottimo risotto ai funghi, offerto dell’Associazione Micologica e “Mostra Micologica Funghi dei Nebrodi” e inoltre l’esposizione di prodotti tipici, musica e balli allieteranno le serate.
 
Programma sabato 27 ottobre
 
Ore 9.00 – 18.00 Visite guidate al Museo Etnostorico dei Nebrodi “A. Gullotti”;
Ore 9.30 – 16.00 Visite guidate alla Banca del Germoplasma Vegetale (Ente Parco dei Nebrodi); 
Ore 10.00 – 24.00 Mostra Micologioca (Funghi dal vero) –  Consulenze Micologiche per visitatori – Mostra di Pittura -Animazione e Spettacoli Musicali; 
Ore 11.00 -24.00 Apertura Stand Gastronomici; 
Alle ore 20.30 Sagra del Fungo, degustazioni a base di Funghi e non solo.
 
I porcini sono nel territorio di Ucria delle “rarità” a portata di mano. Ricco di acqua, di boschi, rovereti e castagneti, basta arrampicarsi lungo i pendii che lambiscono le strade di facile accesso per avere l’opportunità di portare a casa un bottino prezioso. Nel paese opera dal 1995 l’importante Associazione Micologica Naturalistica “P.Bernardino” che svolge una costante funzione divulgativa e conoscitiva sul vastissimo mondo dei funghi. L’impegno dell’Associazione si rivolge ad uno studio sistematico, biochimico. Tossicologico, igienico-sanitario e preventivo di tutte le specie dei funghi. Allo stesso tempo sono state intraprese delle iniziative atte a promuovere e favorire la conoscenza della Micologica mediante conferenze, dibattiti, mostre, corsi di studio.

Mostra Mercato del Cavallo di San Fratello

Mostra Mercato del Cavallo di San Fratello 20 – 21 ottobre – San Fratello (ME)

755.jpgRassegna-Mosta Mercato Cavallo Sanfratellano a San Fratello (Me). Manifestazione zootecnica che offre la possibilità di ammirare bellissimi esemplari di razza.
Il cavallo sanfratellano è una delle razze più antiche al mondo e certamente quella più antica in Europa. Vive sul territorio dei Nebrodi da oltre mille anni, tanto da essere uno degli elementi che ne caratterizzano il parco naturale. Questo straordinario equino arrivò in Sicilia intorno all’XI secolo, quando il conte Ruggero sbarcò per liberare la Sicilia dagli arabi. Per secoli l’allevamento del cavallo sanfratellano allo stato brado ne ha garantito la purezza delle linee di riproduzione e la rigidità delle condizioni climatiche ha operato una vera e propria selezione naturale. Ogni anno a San Fratello viene organizzata una giornata dedicata esclusivamente a questo straordinario animale, molto amato nel territorio. In questa occasione sentirete parlare un curioso dialetto gallo-italico ancora molto usato, diffuso dai coloni lombardi che nell’XI secolo occuparono la città.

FESTA DELLA NOCE a Motta Camastra

439.jpgFESTA DELLA NOCE a Motta Camastra (Me), dal 5 al 7 ottobre 2012. Spettacoli folkloristici e degustazioni di vari prodotti tipici. Festa ricca di tradizioni e cultura, che richiama ogni anno tantissime persone proveniente da tutta la sicilia. La Festa della Noce si svolge ” O’ chianu ‘a cruci” dove vi sono presentazioni e spettacoli folkloristici e degustazioni di vari prodotti tipici: dalla “Noce”, ai vari prodotti della terra. La cittadina si anima di stand tipici, disseminati lungo le viuzze che caratterizzano il centro situato a pochi passi da Taormina e dalle Gole dell’Alcantara, ma proporrà anche alcuni momenti di riflessione e convegni di studio sulla pianificazione territoriale e sulla gestione delle risorse per uno sviluppo armonico ed integrato tra uomo ed ambiente. Tre giorni all’insegna di sapori e saperi tipici: un viaggio attraverso questo simbolo di produzione di qualità, divenuto emblema di una cultura contadina viva e genuina che, da luogo antropologico del passato, può divenire opportunità per il futuro. Il calendario prevede numerosi eventi collaterali, degustazioni gratuite di prodotti tipici, sfilata di sua Maestà la Noce sui carretti siciliani.

Sagra del Ficodindia

op_ficus_indica2.jpgSagra del Ficodindia 9 settembre 2012.
 
La “Festa del Ficodindia“, unica in tutta la provincia di Messina, si svolgerà a Braidi, frazione del comune di Montalbano Elicona (Me).
 
La manifestazione, per l’ iniziativa del locale circolo Anspi “San Giovanni Bosco”, sarà svolta in collaborazione con l’amministrazione comunale. L’intero paese sarà attivo per offrire ai partecipanti la degustazione di tutte le qualità del frutto.
 
L’obiettivo è la valorizzazione del prezioso ed esotico frutto.
Si potrà mangiare fresco, in tutte le sue varietà (bianco, sanguigno, “bastardoni”) o sotto forma di specialità derivate come la granita, il gelato, i dolci e la mostarda.  
Il programma prevede inoltre la sfilata per le vie del paese dei carretti siciliani con uno spettacolo di musica folk.

Naxoslegge -17/23 settembre – Giardini Naxos

naxos.jpgDal 17 al 23 settembre si svolgerà Naxoslegge, il Festival delle narrazioni, della lettura e del libro ideato dall’associazione culturale Le Officine di Hermes con il contributo del Comune di Giardini Naxos. 

Anche quest’anno  Giardini Naxos ospiterà la sette giorni manifestazione culturale e gli eventi letterari inseriti in un contesto naturale bello come pochi in Italia: la splendida terrazza del lido di Naxos, partner della manifestazione insieme alla libreria Doralice di Messina, le piazze cittadine, l’auditorium del Liceo Caminiti, il cineteatro comunale e il prestigioso Palazzo Paladino.

Tra le proiezioni proposte per questa II edizione di NaxosLegge avremo: “Buon compleanno Don Gesualdo” di Franco Battiato (sarà presente il produttore Fabio Bagnasco), all’interno della sezione Le opere e i giorni, nell’omaggio a Bufalino cui prenderà parte anche lo scrittore Carmelo Causale. Sempre giovedì sarà la volta del film “Bastava una notte. I Siciliani di Tunisi” di Manuel Giliberti, nella sezione La memoria del Futuro/Mediterranea. Nel corso della Notte della lettura, per la sezione Isole che si raccontano sarà proposto il film “Il maggio di Filicudi. Storie di mafia e turismo nelle Eolie degli anni 70″, con la regia di Pino La Greca che presenzierà alla proiezione.

Rassegna del Cavallo Indigeno siciliano

cavallo.jpgDal 7 al 9 settembre 2012 a Santa Lucia del Mela (Me) , nel parco Urbano si svolgerà la IV Rassegna del Cavallo Indigeno e dell’Asino Ragusano, contemporaneamente potrete visitare la Sagra del Maiorchino.

Potrete degustare prodotti gastronomici tipici e partecipare alla mostra mercato di piccoli animali e di artigianato locale. 

La manifestazione è giunta alla sua quarta edizione, come nelle precedenti edizioni si terranno  rapresentazioni del folclore siciliano, l’esposizione e tour di carretti siciliani e le rappresentazioni di gruppi folk.

Quest’anno la rassegna sarà contemporanea alla sagra del Maiorchino.

Il Maiorchino è un formaggio tipico della cittadina di Novara di Sicilia, di cui abbiamo parlato qui, ed è ottenuto dalla lavorazione del latte ovino e caprino.

Sagra del Pane di Montalbano

1923.jpgMontalbano Elicona (Me) due appuntamenti dedicati ai punti di forza della gastronomia dell’antico borgo medievale. Il 13 agosto 2012 Sagra del Tortone (Pane fritto) e dei prodotti tipici, il 17 agosto Sagra del Pane di Montalbano.
L’economia di Montalbano fino ai primi anni novecento è stata florida, a prevalenza agricola, silvo-pastorale e artigiana. Le produzioni tipiche sono: in campo agricolo le nocciole, i cereali e gli ortofrutticoli; nel campo dell’allevamento le provole e il formaggio “majorkino”, gli insaccati (salumi e prosciutti) del suino nero dei nebrodi; nel settore artigiano il ferro battuto, i mobili, la pietra scolpita, i ricami.  Sopravvivono le attività collegate all’allevamento e alle produzioni eno-gastronomiche e alcune botteghe artigiane tradizionali. Gastronomia locale – piatti tipici. Tra i piatti tipici vanno ricordati: i maccheroni col buco, fatti a mano e col filo di giunco e conditi con sugo di maiale; il capretto al forno infuocato a legna; il castrato arrosto o a forno; le stigliole; piatti a base di legumi:fave, fagioli, piselli, ceci; piatti a base di ortaggi; funghi, verdure ed erbette selvatiche; la caponata; la ricotta infornata calda; il pane di grano caldo appena uscito dal forno a legna condito con olio vergine, pepe e origano; dolci alla nocciola; vino maturato a Montalbano in legno di rovere locale.

I Giganti Mata e Grifone

394.jpgProcessione dei “Giganti” Mata e Grifone, mitici progenitori della città di Messina. Due colossali statue di giganti a cavallo in cartapesta, ritenuti i progenitori di Messina, vengono portati in giro per la città. Mata rappresenta una messinese unita a Grifone, moro conquistatore della Città di Messina.

Le due statue gigantesche, nel corso dei secoli, sono state identificate con varie figure della mitologia: Kronos e Rhea (per i latini Saturno e Cibele), Cam e Rea, Zanclo e Rea, Mata e Grifone. Nel 1547 in contrada Maredolce, a Palermo furono rinvenute delle ossa gigantesche, probabili resti dell’antica fauna che aveva popolato l’Isola in epoca preistorica (elefanti nani e ippopotami). Questo ritrovamento fece asserire ai Palermitani che la loro città era stata fondata da “Giganti”, quindi in epoca assai remota, e ciò le arrecava un maggior prestigio rispetto alla città dello Stretto.  Forse fu per reazione a queste pretese che il Senato di Messina ordinò la costruzione delle due statue. Si tratta di due colossali statue equestri lignee, cave all’interno, che superano gli otto metri d’altezza. L’attuale posizione, a cavallo, risale al 1723 anche se fu solo negli anni ’50 di questo secolo che le zampe dei cavalli furono completate e i due giganti caricati su carrelli con ruote per essere trainati più facilmente.  In precedenza venivano sollevate e portate a spalla con un andamento traballante che imitava la cavalcata. Le due statue hanno ricevuto vari restauri. I due Giganti sono portati in processione dal 10 al 14 Agosto, da un festoso corteo in costume.  Nel 1993 è stata ripresa la tradizione, interrotta più volte dal 1909, di farli seguire da un’altra macchina che rappresenta un cammello. Per alcuni rievocherebbe l’entrata a Messina di Ruggero d’Altavilla sul dorso di un dromedario dopo la sconfitta degli arabi; per altri il predone arabo che esigeva i tributi al popolo.