Inizia oggi dallo Stretto il “Giro della Sicilia” in bicicletta.

b_p-45668-abstr_img-28-ciclo.gifProprio stamani partiranno in Bici dal Porto di Messina i cicloturisti Acli S.Stefano di Ravenna (Raspa Walter-Montanari Angelo-Gori Enzo-Ravaioli Matteo-Ercolani Daniele-Pagnani Antonio-Fabbri Armando) per affrontare a tappe il Giro della Sicilia per un totale di circa 1.300 chilometri. A dare il “via” saranno i Dirigenti Acli Messinesi Antonio Gallo, Nino Scimone e Pino Silvestri. I ciclisti attraverseranno i centri turistici storici e caratteristiche della Sicilia, si incontreranno con associazioni sportive e culturali . Le località che saranno attraversate sono da Catania al Monte Etna per proseguire verso Paternò, Caltagirone,Piazza Armerina, Sciacca, Corleone, Selinunte, Marsala (i cicloturisti consegneranno a nome del Comitato Trafila garibaldina delle Romagne Lidiano Zani, alle autorità di Marsala il tricolore e gagliardetti Garibaldini).

Proseguiranno poi per Erice, Segesta, Catalafimi, Alcamo, Capaci, Palermo, Cefalù, Santuario di Gibilmanna,Ceraci, Isole Lipari.

Domani il convegno “Secondo ME”

images.jpegSi intitola “Secondo ME” il convegno che si terrà domattina alle 09.30 presso il Salone delle Bandiere del Municipio, organizzato dall’Associazione Culturale Solaria.

L’evento vede la conclusione dell’omonima iniziativa portata avanti dal mese di Dicembre ad oggi. Durante tutto il periodo sono state posizionate in vari punti della città delle scatole arancioni con allegate delle schede di voto, sulle quali era presente una lista di problematiche relative alla Città di Messina. Chiunque avesse voluto ne avrebbe potuto votare tre sulle quindici in lista. L’esito della statistica verrà ufficialmente consegnato al sindaco proprio in sede di convegno.

Presenti insigni relatori (Prof. D. Caroniti, Prof. P. Navarra, Prof. M. Centorrino, Prof. Signorino, Arch. A. Carulli Pres. INBAR sez. Messina, Dott. C. Vermiglio, Avv. M.Intilisano) ed eminenti figure politiche cittadine (G. Grioli, segretario cittadino PD , On. G. Ardizzone, deputato assemblea regionale siciliana, On. G. Buzzanca, Sindaco di Messina) che, coordinati dal moderatore Prof. Luigi D’Andrea, tenteranno di dare una risposta e di fornire nuove proposte, proprio in base alla percezione dei cittadini votanti.

Seguirà un dibattito moderato al quale parteciperanno le parti sociali e numerose associazioni culturali della città, per lasciare poi spazio agli interventi del pubblico presente in sala.

Importante e prestigioso workshop internazionale presso la Facoltà di Giurisprudenza

2142436864.jpg

Venerdì 27 e sabato 28 maggio si svolgerà un workshop internazionale su “Regole e pratiche della navigazione aerea in Europa: verso un’armonizzazione”, organizzato in occasione  della chiusura del Master di II livello per “Maritime, Air and Transport Lawyer”. Il convegno, che avrà inizio venerdì ,alle ore 14, nell’Aula 2 della Facoltà di Giurisprudenza prevede una cerimonia di apertura con la partecipazione del Rettore, prof. Francesco Tomasello, del Preside della Facoltà di Giurisprudenza, prof. Salvator e Berlingò, del prof. Luigi Ferlazzo Natoli, Preside della Facoltà di Economia, dell’On. prof. Vito Riggio, Presidente dell’ENAC (Roma), del Gen. B.A. Giacomo De Ponti, Capo Ufficio Generale Spazio Aereo e Meteorologia dello Stato Maggiore Aeronautica (Roma), dell’Avv. Domenico Nolè, Segretario Generale dell’Enav (Roma), del prof. Bruno Franchi, Commissario ANSV (Roma) e dell’Ing. Gaetano Mancini, Presidente della Sac di Catania. La relazione introduttiva sarà svolta dalla prof.ssa Francesca Pellegrino, ordinario di Diritto aeronautico del nostro Ateneo. Il convegno proseguirà nella giornata di sabato, alle ore 9,  nell’Aula Magna dell’Ateneo, dopo la terza sessione che sarà dedicata alla prevenzione dei rischi aeronautici; il prof. Giuseppe Vermiglio, ordinario di Diritto della Navigazione  terrà la relazione finale.

Subito dopo si svolgerà la cerimonia di consegna dei diplomi del Master.

Dopodomani un seminario sul tema dell’affidamento familiare.

affidamento_familiare_roma_contributi.jpgNell’ambito del Progetto “A tempo di affido”, mercoledì 25 maggio, dalle ore 16 alle 18.30, nella sede operativa dell’associazione “Una famiglia per amico” in via Principe Umberto (presso la Casa di Pronta Accoglienza “Suor Francesca Giannetto”, di fronte alla clinica Carmona), a Messina, si svolge il secondo seminario sul tema dell’affidamento familiare. In primo piano “Gli aspetti psicologici legati all’affidamento familiare” con gli interventi dello psicologo e psicoterapeuta Giuseppe Cacciola e della dottoressa Daniela De Salvo, responsabile Centro Affidi comunale di Messina – Distretto D26. A sostegno delle famiglie affidatarie nel territorio messinese, unico nel Meridione d’Italia, il progetto “A tempo di affido” è finanziato nell’ambito del Bando di Progettazione sociale per il Sud, promosso dai tre Centri di Servizio per il Volontariato della Sicilia (Cesv di Messina, Cesvop di Palermo e Csv Etneo) e dal Comitato di gestione della Regione Sicilia. “Una famiglia per amico” è l’associazione capofila e i partner sono la Banca del Tempo “Insieme è meglio” di Alì Terme, “Telefono Amico”, il CePAS (Centro di prima accoglienza Savio) e il Comune di Messina – capofila del Distretto socio-sanitario D26 – con il Centro Affidi Distrettuale.

In particolare, nell’arco di diciotto mesi, il progetto promuove a Messina una rete di famiglie, di singoli o famiglie affidatarie che scelgano di condividere, e scambiare, il tempo della cura e dell’educazione come esperienza di sostegno all’esercizio di una  genitorialità responsabile in situazione di affidamento familiare, in un territorio segnato ancora da gravi carenze in questo campo e dove la cultura dell’affido ha bisogno di affermarsi e diventare patrimonio comune. La rete di famiglie affidatarie consentirà di rispondere alle esigenze di integrazione di genere anche in un approccio multiculturale, a favore delle famiglie migranti e dell’inserimento socio-lavorativo delle donne migranti. Per informazioni: CESV – Centro Servizi per il Volontariato – Messina, Via G. La Farina n. 7, tel. 090/6409598, e Associazione “Una famiglia per amico” di Messina, sede legale in via La Farina n. 7, mailatempodiaffido@virgilio.it e unafamigliaperamico@assome.org , sito Internet www.unafamigliaperamico.org.

Emergenza Alluvione, è scontro tra Regione e Governo

alluvione-messina.jpgSui fondi per la ricostruzione del Messinese Jonico alluvionato il 1° ottobre del 2009, è duro scontro tra il Governo Regionale e quello Nazionale, dopo le manifestazioni di popolo dei giorni scorsi in cui i cittadini di Giampilieri e Scaletta Zanclea hanno chiesto aiuto e sostegno. “Formulo la mia totale solidarietà ai cittadini dei centri alluvionati della provincia di Messina, che anche in occasione della IX tappa del giro d’Italia, hanno espresso in maniera civile e composta, e senza interferire col regolare svolgimento della corsa, la loro protesta contro il governo nazionale per i ritardi nel finanziamento dei lavori di ristrutturazione e di messa in sicurezza del territorio” ha detto l’assessore al Turismo e allo Sport della Sicilia, Daniele Tranchida. Domenica scorsa, infatti, alla partenza della tappa Messina-Etna del Giro d’Italia poi vinta da Alberto Contador, i rappresentanti dei comitati civici di Giampilieri, Altolia, Briga, Molino, Pezzolo, Ponte Schiavo, Santa Margherita, Scaletta, Itala, San Fratello, Caronia, Castell’Umberto, Naso e Sant’Angelo di Brolo, hanno esposto striscioni per manifestare il loro malessere e la loro protesta. “Vanno sottolineati la compostezza e il senso civico mostrati, ancora una volta dagli abitanti dei centri alluvionati – ha aggiunto Tranchida – mentre è assolutamente inconcepibile l’indifferenza del governo nazionale per la loro situazione,con l’incomprensibile ritardo nell’erogazione dei fondi per la ricostruzione”.

Stamani la premiazione del memorial fotografico intitolato a Michelangelo Vizzini

1305537665.jpgStamattina alle 10.30, alla Chiesa di Santa Maria degli Alemanni si svolgerà la premiazione del secondo Memorial fotografico intitolato a Michelangelo Vizzini. All’iniziativa, organizzata dall’Etsi Cisl di  Messina, hanno preso parte dieci scuole di Messina, per un total di 170 fotografie presentate. All’interno della Chiesa, durante la presentazione, saranno allestiti 6 pannelli con le fotografie più rappresentative. La giuria, composta dall’architetto Nino Principato, dalla fotografa Fernanda Vizzini e dal presidente dell’Etsi Cisl di Messina Giuseppe Lombardo, dopo aver esaminato le 170 fotografie presentate dagli alunni delle scuole partecipanti, all’unanimità hanno deciso di assegnare due premi speciali e sono state scelte le fotografie per i primi tre premi. Parteciperanno alla premiazione l’assessore comunale alle Politiche scolastiche Salvatore Magazzù, il segretario generale della Cisl di Messina Tonino Genovese, il presidente provinciale dell’UNICEF Renato Colomban, la segretaria provinciale della Cisl Scuola Laura Fleres e il presidente dell’Etsi Cisl di Messina Giuseppe Lombardo, l’architetto Nino Principato, oltre gli alunni e le insegnanti degli istituti scolastici che hanno partecipato al concorso.

Proseguono gli incontri dell’associazione Abitare Bio

4524.jpgProseguono gli incontri tecnici organizzati dall’associazione ABITARE bio relativi ai temi “Materiali e Tecnologie per l’edilizia ecologica e sostenibile” e  “Materiali, prodotti ed arredi per un abitare bio” della programmazione 2011. Il secondo incontro, organizzato insieme alla Naturalia-BAU di Merano, si terrà mercoledì 18 Maggio nel Salone degli Specchi della Provincia Regionale di Messina alle ore 15,00.  “IL TETTO AD ELEVATE PRESTAZIONI.  Sistemi naturali per il restauro, per tetti curvi o piani”; un incontro patrocinato dalla Provincia Regionale di Messina, dall’Ordine degli Architetti P.P.C. di Messina, dall’Ordine degli Ingegneri di Messina, dal Collegio dei Geometri e dei Geometri laureati di Messina, dal collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati di Messina.  Gli argomenti dell’incontro che verranno affrontati:

•    Prestazioni del sistema tetto: isolamento, traspirabilità, acustica

•    I vantaggi dell’isolamento con i sistemi Pavatex

•    Stratigrafia del tetto: tenuta all’aria, al vento e all’acqua

(studio del dettaglio di sezione di varie tipologie di tetto)

•    Collegamenti tetto-parete: con o senza passafuori?

•    Particolarità per la ristrutturazione: da sotto o da sopra?

•    L’isolamento e l’impermeabilizzazione di tetti curvi

•    La gestione dell’umidità nel tetto piano.

Ecco l’elenco dei relatori:

– Arch. Alfredo Misitano – Presidente Ass. ABITARE bio

“Il verde in copertura:vantaggi e risparmio energetico”

– Arch. Demis Orlandi – Responsabile Tecnico Naturalia-BAU

“Il tetto ad elevate prestazioni”

L’incontro è rivolto ai tecnici, alle imprese e a tutti gli operatori nel campo dell’edilizia.  Per motivi organizzativi è preferibile iscriversi all’incontro entro il 16 Maggio 2011.

Alla fine dell’incontro sarà rilasciato l’attestato con il quale saranno riconosciuti 3 crediti formativi per l’aggiornamento professionale dei Geometri e dei Periti Industriali.

Per info e iscrizioni:  www.abitarebio.org 

Stasera gli avvocati tornano in scena al Vittorio Emanuele

photo_18503.jpgLa compagnia teatrale degli avvocati messinesi, “Salvis Juribus”, tornerà in scena stasera alle ore 21, al Teatro Vittorio Emanuele di Messina, con “Il Giudice e il suo boia” di Friedrich Dürrenmatt.

 

L’incasso della serata sarà interamente devoluto in beneficenza a favore dell’U.O.S. Pediatria Medica d’Urgenza dell’A.O.U. Policlinico “G. Martino” di Messina. Il costo del biglietto d’ingresso è di 20 euro (posto unico). Promosso dall’Ordine degli Avvocati di Messina e organizzato dall’associazione culturale DAF, teatro dell’esatta fantasia, lo spettacolo propone un giallo, un romanzo poliziesco che narra la storia di un omicidio in Svizzera e di un ispettore che indaga anche alla ricerca dei suoi fantasmi. Si tratta di una delle opere che esprime al meglio il pensiero di Dürrenmatt, il quale intende dimostrare l’impossibilità per la giustizia istituzionale di arrivare alla realtà dei fatti, convinto com’era della netta divaricazione fra verità e giustizia umana e verità e giustizia poliziesca, o giudiziaria. La regia è affidata ad Antonio Lo Presti, artista messinese che ha lavorato in tutto il mondo e che ha già curato precedenti messinscene dei legali del foro peloritano. Per la compagnia “Salvis Juribus”, infatti, si tratta della quarta esperienza teatrale. Tutto cominciò nel 2005 da un’idea dell’avvocato Vincenzo Ciraolo, con lo spettacolo “Todo modo” di Leonardo Sciascia, in cui si affrontava il tema della connivenza tra legge e potere. Poi, è toccato a “La città salva” di Simone Weil, ambientato nel Seicento durante un tentativo di sovvertimento di uno stato di diritto. Dopo ancora, a “La parola ai giurati” di Reginald Rose, in cui una giuria in camera di consiglio discuteva sulla pena di morte. Quest’anno con “Il Giudice e il suo boia”, «la Salvis Juribus, – come ha sottolineato il regista Lo Presti – nonostante qualche defezione giustificata e l’arrivo di nuovi aspiranti attori, rischia di diventare una vera e propria compagnia». Reciteranno i legali Marcello Fatato, Pino Magrofuoco, Alma Pavone, Patrizia Causarano, Isabella Celeste, Salvatore Catalano, Vincenzo Ciraolo, Giuseppe Sorbello, Anna Gemellaro, Lidia Lazzara, Aurelio Wrzy, Salvatore Gallo e Lucio Castagna. Le musiche sono a cura di Nello Fatato e Pierfrancesco Mucari, i costumi sono realizzati da Margherita Staiti e la realizzazione grafica è firmata da Antonello Bonanno Conti.

 

 

Università: tirocinio per un gruppo di studenti statunitensi

ME Policlinico Messina5.JPGNell’ambito della collaborazione avviata dal Centro di Studi Integrati del Mediterraneo (Cims) per un processo sempre crescente di internazionalizzazione dell’Università di Messina, proseguono i progetti di mobilità che, ad oggi, hanno visto coinvolti circa 200 studenti dellì’Università di Messina, dell’Università di Cordova (Spagna) e della Virginia Commonwealth University (USA). Nello scorso mese di aprile infatti nove studenti della Virginia Commonwealth hanno svolto un tirocinio di attività clinica presso i reparti di Radiologia, di Dermatologia e di Ginecologia del Policlinico universitario “G. Martino”  di Messina. Il Centro di Studi Integrati del Mediterraneo è un consorzio internazionale fondato nel 2004 dalle tre Università, nell’ambito della lunga e intensa collaborazione avviata , questo accordo si è consolidato, nel corso degli anni, anche grazie ad una serie di iniziative e progetti interdisciplinari,come ad esempio quelli relativi alla  Summer School di Neuroanatomia e Neuroscienze, il master in  Storia e comparazione delle istituzioni politiche e giuridiche dell’Europa Mediterranea, il progetto  in Ecologia e Biologia marina sui fiumi denominato “Progetto Alcantara, ed il progetto Transatlantic Degree ”Cinema e language“ presentato dall’Università degli Studi di Messina come coordinatore europeo in partenariato con l’Università di Cordova e la Virginia Commonwealth University.

Per l’Università di Messina il progetto di mobilità in questi anni ha visto  protagonisti molti studenti delle Facoltà di Medicina e Chirurgia, Farmacia, Economia, Scienze Politiche, Scienze mm.ff.nn., Scienze della Formazione e Lettere.

 

Concluso a piazza Cairoli il “Monitoraggio della Salute” della Croce Rossa

croce-rossa-a-camporosso_172389.jpgSi è concluso a Piazza Cairoli il “Monitoraggio della Salute”, iniziativa del Comitato Provinciale di Messina della Croce Rossa Italiana a completa disposizione della cittadinanza. Bilancio positivo per l’evento realizzato grazie all’impegno della dottoressa Francesca Stagno d’Alcontres, Commissario del Comitato Provinciale di Messina della Croce Rossa Italiana. Nutrito il numero dei pazienti sottoposti a visita medica e nove gli specialisti che, assistiti da personale qualificato delle Infermiere Volontarie e dei Volontari del Soccorso, si sono avvicendati dalle 8.30 alle 12.30 negli ambulatori: terapia antalgica (è stato utilizzato un dispositivo medico di nuova concezione che, attraverso l’impiego di correnti a bassa potenza e altissima frequenza, promuove una stimolazione dei tessuti cutanei e muscolari), ortopedia (dott. Giuseppe Salpietro), tumori cutanei (dott. Antonio Cappiello), cardiologia (dott. Giovanni Costa), pneumologia (dott. Giovanni Condorelli), odontoiatria (dott.sa Ketty Irrera), psicologia della nutrizione (dott.sa Maria Giacobbe), dietologia (dott.sa Claudia Davì), ecografia (dott. Domenico La Rosa) e analisi cliniche (dott. Mauro Lo Piano). Grazie alla sinergia posta in essere con la Società Italiana di Medicina di Emergenza ed Urgenza Pediatrica (SIMEUP) sono state illustrate le tecniche di disostruzione delle vie aeree nel bambino. I Pionieri, la componente giovanile della Croce Rossa Italiana, hanno garantito lo svolgimento dei percorsi interattivi di educazione alimentare e prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili. Coordinati dal Cap. Vincenzo Muscatello, delegato di protezione civile del Comitato, il personale del Corpo Militare, delle Infermiere Volontarie, dei Donatori Sangue, dei Volontari del Soccorso e dei Pionieri della Croce Rossa Italiana hanno fornito l’assistenza e il supporto logistico.